Offermose: Stilhedens Tårn

0
Condividi:

Offermose è il moniker dietro cui si cela il danese Anders Nydam, compositore e musicista elettronico creatore di immense atmosfere dai tratti ‘ambientali’: di lui è uscito quest’anno Stilhedens Tårn, un album dal sound oscuro e impegnativo che regala comunque diversi momenti di grandissima suggestione. I sei brani del disco contengono molti aspetti della musica ‘cosmica’ ma gli scenari sono assai più dark; la parte vocale ha un ruolo limitato e, solitamente, è caratterizzata da cupe tonalità distorte. L’esordio è di quelli di classe: “Seklernes Nat” si colloca nel territorio delle sonorità ‘ambientali’ ma l’abbinamento con elementi ‘cosmici’ apre prospettive varie e affascinanti. Subito dopo, la title track assume colori tetri e solenni, ma la splendida trama elettronica, sulla quale gli effetti di voce risaltano inquietanti, suscita un immediato coinvolgimento emotivo. Ma, poi, le note iniziali di “Sjaelens Ruin” suonano addirittura struggenti, prima di disegnare uno dei paesaggi ‘atmosferici’ più malinconici e sorprendenti degli ultimi anni, ove si ritrovano svariati riferimenti, dalla musica ‘cosmica’ ai Kraftwerk, senza percepire alcun sentore di ‘logoro’: una successione di immagini sconfinate e misteriose, alle quali non si può che abbandonarsi. Anche la bella “Korrupt Tradition” possiede una sorta di maestosità ‘siderale’ che induce alla meditazione e al sogno, mentre arcane voci sussurranti sembrano fluttuare fra gli astri di uno spazio infinito e “Langs Skæbnens Cyst”, che vede ai synth il contributo di Angst, al fianco di Anders Nydam nel progetto Den Sorte Død, indugia su sonorità magiche e ‘aeree’ che paiono indicare un percorso di memorie e chimere del quale non si intravede la conclusione. Infine, “Tvillingeflamme” il brano più minimale del disco, con la melodia ripetitiva, le voci remote e sconnesse e l’intervento di suoni fenomenici, chiude nel modo più suggestivo possibile un album che non piacerà forse a tutti ma su alcuni lascerà il segno.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.