Memoira: Carnival of creation

0
Condividi:

Se appartenete allo zoccolo duro dei die-hard fans del sympho/female-fronted metal (ma “solo se”) Carnival of creation dei finnici Memoira riscuoterà il vostro gradimento. Il disco appartiene di diritto alla categoria, essendo impostato su sonorità pompose, non troppo elaborate, rese quanto mai accattivanti da una prova vocale (Annika Valkanen) eccellente e da un apparato strumentale che poggia su una solida tecnica. I contenuti degli otto brani (che assommano in totale una cinquantina di minuti) non lasciano intravedere spunti particolarmente coraggiosi ovvero innovativi, il risultato finale giustifica, comunque, la piena sufficienza che il combo di Satakunta merita. Carnival of creation vede la luce a ben sette anni di distanza dal predecessore “Memories, tragedies, masquerades”, ed è stato anticipato dalla messa on line di alcuni singoli, i quali hanno senza dubbio solleticato la curiosità degli adepti. Nulla di trascendentale, ribadisco comunque che coloro che sono alla ricerca di siffatte produzioni troveranno di che gioire.

  

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.