Curioso questo split pubblicato su nastro dalla Diazepam che presenta 2 progetti oscuri come Adamennon e Shiver. Adamennon, act proveniente dall’appenino parmense, si caratterizza per una certa aurea maledetta nel solco di artisti come gli Jacula. In realtà all’inizio le influenze principali erano il black metal e il dark-ambient. Ma, ascoltando le 2 tracce qui comprese, non possono non venire in mente le atmosfere horror-prog dei Goblin e dei citati Jacula anche se con un approccio più estremo. La prima traccia “Endless Night” parte in maniera sinistra con un vocione growl proveniente dall’oltretomba e una ritmica possente con in primo piano un organo chiesastico e ci conduce a visitare una chiesa sconsacacrata in cui una setta celebra una messa nera. La successiva “Ashes” è ancora più cupa: indubbiamente si sente il retroterra black metal di Adamennon. La parte centrale è d’atmosfera e quasi da soundtrack di un film horror mentre il finale è intenso con l’organo e il vocione protagonisti mentre il suono diventa un incubo parossistico. Con Shiver cambiamo decisamente ambientazioni: si tratta di un act nato nel 2010 e proveniente da Genova orientato verso sonorità industrial anche se la musica sembra avvicinarsi più all’avanguardia. Nella prima traccia “Insects Crawling” troviamo ambientazioni asettiche, minimali e glaciali: il tutto è creato con tape loops, synth ed effetti. Viene usata anche la tecnica del field recording e le fonti sonore provengono da locations come un bunker della seconda guerra mondiale, una chiesa e una spiaggia. La traccia finale “Underneath Your Skin” (di circa 11 minuti) è estremamente minimale e può ricordare vagamente William Basinski e la musica ambient più desolata. Quello qui evocato da Shiver è il Suono del Vuoto Cosmico! Disponibile su Bandcamp: https://diazepamnoise.bandcamp.com/album/adamennon-shiver.