Avevo parlato in passato su Ver Sacrum del progetto Nowa Ziemia di Artur Krychowiak in occasione di una collaborazione con Echoes Of Yul. Ora la Zoharum pubblica una nuova collaborazione dello stesso Krychowiak che, per l’occasione, unisce le forze con Petar Petkov (ate). Chi segue l’etichetta polacca probabilmente già conosce Nowa Ziemia ma difficilmente avrà sentito parlare di ate: quest’ultimo ha pubblicato 2 album per la bulgara Amek. L’album, intitolato Substrate, è diviso in lunghe 2 tracce. Si tratta di 2 composizioni che faranno la gioia di quanti seguono la musica ambient più eterea e la drone music. Ci troviamo di fronte a delle ambientazioni pacate in cui possiamo ascoltare le sonorità di chitarre trattare, musica elettronica e rumori e suoni ambientali registrati con la tecnica del “field recordings”. Le atmosfere sono brumose ed evocano paesaggi crepuscolari. Se amate il genere questo è un album perfetto che riempirà il vostro spazio circostante immergendovi in un lieve stato ipnotico. Potrete in questo modo astrarvi dalla realtà circostante e scacciare le cattive vibrazioni. Il disco può essere messo in “loop” senza che ci sia il pericolo di annoiarsi. Ad ogni ascolto emergono nuovi particolari. “Substrate” è adatto per pomeriggi solitari in cui far vagare la mente in territori sconosciuti. Disponibile su Bandcamp: https://zoharum.bandcamp.com/album/substrate.