La lezione e l’eredità dei mitici Zoviet France non è andata perduta come viene testimoniato da questo progetto denominato Old Castle. Il progetto, di cui viene pubblicato l’abum Welcome To Graceland, è formato appunto dall’ex Zoviet France Robin Storey (oggi attivo con Rapoon), da Robert Pepper dei Pas Musique e da Shaun Sandor aka Promute. Ciascun membro porta il proprio contributo nel creare una sintesi creativa alla musica. Non è facile classificare questi “loop” ossessivi, pregni di una sacralità perduta e di un’aura subliminale. Possono appunto venire in mente alcune cose dei Zoviet France o le sperimentazioni liquide degli ultimi Coil. Siamo di fronte ad una musica che sembra composta sotto l’effetto di sostanze stupefacenti come l’LSD. Se vogliamo c’è un possibile aggancio con la cultura hippie e con le teorie di guru come Aldous Huxley, Timothy Leary (che collaborò con il gruppo krautrock degli Ash Ra Tempel) e di Terence McKenna. La musica a tratti è astratta e si avvicina all’avanguardia: possiamo ascoltare suoni di fiati, piano e violini. Il suono di un didgeridoo ci porta dalle parti della trance music di Steve Roach. In fondo siamo di fronte ad una sorta di trip acido che, senza l’ausilio di sostanza stupefacenti, farà viaggiare la vostra mente in al di là del tempo e dello spazio. Welcome To Graceland è un disco in parte ostico ma che, tuttavia, ha momenti molto oscuri che vi porteranno ad esplorare una dimensione antica e tribale. Il cd esce in un’edizione a 6 pannelli digipack limitata a 400 copie ed impreziosita dalla colorata copertina di Magdalena Eftimova che coglie in pieno lo spirito di questa musica. Disponibile su Bandcamp: https://zoharum.bandcamp.com/album/welcome-to-graceland.