Ritorna, dalle cupe lande del nord Europa, il leggendario progetto di Roger Karmanik Brighter Death Now. Karmanik è il profeta del death-industrial e il fondatore della mitica Cold Meat Industry. Il nuovo album, intitolato All Too Bad – Bad To All, esce esattamente a 7 anni dal precedente With Promises Of Death. L’inizio è oscuro e pacato con la lenta “Mobile Incinerator”: le atmosfere oppressive lasciano presagire lo scatenarsi di una tempesta di fuoco. Il tutto suona nello stile della classica scuola della Cold Meat Industry. La successiva “CowCunt” ha un incedere decisamente più concitato e ci aggredisce con un abrasivo power-electronics. “Permanently Soiled” continua nello stesso “mood” aggressivo e apocalittico. “Personally Booby Trap” è invece un vero e proprio pugno nello stomaco e una delle tracce più ispirate di questo lavoro: possiamo ascoltare delle voci che sembrano provenire dall’oltretomba accompagnate da un loop elettronico. L’atmosfera parareligiosa è quasi mistica: sembra di assistere a una messa nera officiata in qualche dimenticata chiesa sconsacrata nel nome di un culto di una religione capovolta di cui si era persa la memoria da eoni. In “Sex Crazy Amerika”, deflagrante e dirompente con il suo noise senza compromessi, viene descritta la follia dell’America attuale mentre la voce di Karmanik si staglia invasata. Con “Let Everything Rot” sembra di vivere un incubo a occhi aperti grazie ad ambientazioni sulfuree e da suicidio. La traccia finale “Dissolved”, di oltre 11 minuti, rappresenta il degno epilogo di questo viaggio in un girone infernale. La musica vira dalle parti di un dark-ambient esoterico in cui ascoltiamo il recitato di alcune voci che sembrano provenire dall’aldilà. Dopo l’ascolto si rimane con una sensazione di disagio, come se avessimo assistito alla visione di un film sulla rappresentazione del Male. Con All Too Bad – Bad To All Brighter Death Now si conferma una spanna sopra molti rappresentanti del death-industrial dimostrando di non avere esaurito la sua vena. Disponibile su Bandcamp: https://brighterdeathnow.bandcamp.com/album/all-too-bad-bad-to-all.