“Il fenomeno UFO mostra una costante tendenza ad adattarsi all’immaginario tecnologico del periodo storico in cui si manifesta. Dalle prime forme meccaniche del secolo scorso, si è progressivamente giunti alle attuali manifestazioni energetiche ed immateriali, di cui l’E.B.A.N.I. può essere considerata l’espressione più spettacolare e inquietante. Con il termine E.B.A.N.I. si definiscono tutta una serie di fenomeni aerei, che presentano caratteristiche paragonabili nell’aspetto agli esseri viventi, nella forma oltre che nei movimenti.”

Con queste parole ci viene presentato il concept di E.B.A.N.I. Drones, il nuovo album di SILICON RELIC, progetto di musica dark-ambient di Moreno Padoan e Cristian Luise, 2 personaggi certo non sconosciuti a che frequenta la scena post industriale e sperimentale italiana. In quest’epoca oscura in cui stiamo vivendo trovo perfetto l’intento etico ed estetico di SILICON RELIC che è quello di portare alla luce le schegge di sacro ancora rinvenibili in quest’epoca di decadenza. Il linguaggio utilizzato è un un cupo dark-ambient minimale senza compromessi dove traspare qualche reminiscenza del miglior Lustmord. Ma, in retrospettiva, non va certo dimenticata la lezione dei Tangerine Dream di Zeit. La musica fluttua liquida e cangiante e ci trasporta in una dimensione parallela dove possiamo contemplare la dissoluzione del nostro pianeta. Le ambientazioni sono asettiche ed evanescenti: questa è musica meditativa che, se ascoltata con il giusto approccio mentale, riesce a trasportarci verso una maggiore consapevolezza della situazione di degrado in cui stiamo vivendo. Tracce come la crepuscolare “Skyworm”, la suadente ed avvolgente “Tubolar Coil”, la siderale “Radiating Spheres” e la conclusiva e apocalittica “Fragments OF Light” compongono un quadro dalle tinte oscure e cosmiche. Si tratta di un album che sarebbe perfetto come colonna sonora di un film di fantascienza distopico. Non si tratta di un lavoro innovativo ma l’intento era proprio quello di tornare alle “origini del genere, coniugando genuina ricerca estetica e sonora con un solido approccio concettuale e filosofico”. Da questo punto di vista il risultato è stato pienamente raggiunto e credo che E.B.A.N.I. Drones piacerà molto ai seguaci del dark-ambient. Disponibile su Bandcamp: https://gradualhaterecords.bandcamp.com/album/e-b-a-n-i-drones.