Katya Sanna si conferma, con il suo ultimo lavoro Note passanti, un’artista dalla sensibilità unica e con un approccio compositivo che, pur rimanendo prossimo alla musica colta e di avanguardia, riesce ad essere in ogni caso fruibile. Si tratta in questo caso di un progetto basato sul concept “dell’Eterno Presente”. Come di consueto, i medium espressivi esplorati da Katya Sanna non si limitano alla sola musica ma abbracciano anche le liriche, la fotografia e i video. L’album è di breve durata ed è composto da 3 tracce. La prima, intitolata “Unico Presente #1”, è un canto polifonico eseguito a cappella. L’ascolto ci immerge in una dimensione sacrale sempre più difficile da trovare nella nostra quotidianità. La successiva “Note Passanti (il pensiero degli alberi)” è strutturata in maniera molto originale: la musica è celestiale con la voce della Sanna sempre in evidenza accompagnata da un loop elettronico. Poi interviene una voce automatica che recita un testo surreale e apparentemente senza senso. In realtà si tratta di parole che interpretano il pensiero degli alberi. Il senso di queste liriche ci dimostrano, in definitiva, come la natura osserva l’uomo e la sua progressiva follia che sta portando alla distruzione del pianeta. Natura che un giorno potrebbe anche ribellarsi condannandoci alla nostra estinzione. La conclusiva “Il Canto Dell’Acqua” è invece un’improvvisazione vocale, accompagnata da un’elettronica mininale e tenue, che vuole evocare il percorso dell’Acqua in tutte le sfaccettature e le forme che questo elemento può assumere come la nebbia, la brina, il fiume fino al mare. In definitiva si tratta di un ascolto stimolante il cui unico difetto è forse quello della durata troppo esigua. Disponibile per il download gratuito al seguente link: Link per il download gratuito della musica, ebook fotografico, 3  http://katyasanna.blogspot.com/

video  https://katyasanna.bandcamp.com/album/note-passanti