I Zoviet France sono stati un nome leggendario. Per anni hanno tramato nell’ombra in quel di Newcastle pubblicando capolavori senza tempo della musica sperimentale, post industriale e dark-ambient come Mohnomishe del 1983, Loh Land del 1987, Shouting At The Ground del 1988 e Just An Illusion del 1990. Dopo l’uscita di Robin Storey (che ha formato il mitico progetto tribal-ambient Rapoon) i rimanenti Zoviet France sono andati avanti sfornando comunque dischi dignitosi. Di sicuro interesse sono stati poi sicuramente i Reformed Faction (il nome originale era The Reformed Faction of Soviet France), un gruppo che raggruppava ex-membri dei Zoviet France come Andy Eardley, Mark Spybey e lo stesso Robin Storey. Ora la Zoharum rende disponibile Vota, il loro album di esordio uscito in origine nel 2006 sotto l’egida della Klanggalerie e ormai introvabile da anni tanto che era diventato una vera e propria rarità. Per l’occasione “Vota” è stato completamente rimasterizzato e realizzato con una nuova grafica. La musica suona ancora oggi fresca e, a distanza di tempo, non ha perso nulla del suo impatto iconoclasta. Siamo di fronte a bordoni dissonanti che ci trasportano in una dimensione parallela e metafisica. Le 12 tracce sono caratterizzate da una “drone music” ipnotica che schiude veramente “il velo di Maya della realtà’”. Il feeling è il medesimo dei Zoviet France e, in questo senso, la loro lezione non è andata perduta ed è invece stata portata avanti proficuamente dai Reformed Faction. Vota esce sia in formato cd in un’edizione a 6 pannelli e anche in cassetta in una versione limitatissima di 30 copie. Disponibile su Bandcamp: https://zoharum.bandcamp.com/album/vota.