Nuovo album per il prolifico e instancabile Stefano Musso che, attraverso il suo storico progetto Alio Die, non smette di proporre la sua musica con grande costanza e impegno a dispetto delle mode. Siamo di fronte ad un artista sincero e, anche se, come per altri musicisti ambient, si nota obiettivamente un eccesso di produttività, nondimeno la sua ispirazione non è mai venuta meno. Spirals Of Light ha avuto origine da registrazioni acustiche effettuate con Marika Oliva nell’inverno 2021. Il materiale sonoro è stato arrangiato e implementato da vari strumenti come fischietti , khen e shruti box. Quindi è stato infine completato con loops e campionamenti di archi e mixato nel 2022. Nella presentazione dell’album viene citata una pietra miliare della discografia di Alio Die come Under an Holy Ritual. Non si tratta di un riferimento casuale: traspare, durante l’ascolto, la voglia di riandare, in una sorta di viaggio spaziotemporale, verso “la sorgente” metafisica da cui tutto ha avuto inizio. Si ha quasi l’impressione che Stefano Musso abbia sentito la necessità di abbeverarsi alla fonte originaria per ricaricare le energie. E, a giudicare dalla freschezza della musica di Spirals Of Light, l’obiettivo è stato raggiunto. Le sonorità del salterio e dello zither sono di una raffinatezza irreale e ci trasportano in una dimensione più profonda della realtà, una dimensione trascendente raggiungibile grazie alle qualità terapeutiche di questa musica. Una musica adatta per ascolti profondi e che vi aiuterà a scacciare le cattive vibrazioni. Disponibile su Bandcamp: https://aliodie.bandcamp.com/album/spirals-of-light.