Particolare e interessante questo progetto di musica dark-ambient doom dei Chemical Resistance, un duo formato da Cristiano Bocci e Adriano Magliocco. Il primo è un polistrumentista (chitarra, basso elettrico 6 corde, contrabbasso, theremin, viola da gamba) e compositore toscano con alle spalle un album e diverse collaborazioni in ambito sperimentale. Il secondo fa invece parte del gruppo di alternative metal Demetra Sine Die. Le atmosfere contenute in questo bel dischetto intitolato Grief Of Loneliness sono quantomai cupe e depressive: d’altra parte il filo conduttore dell’album (una sorta di concept) è basato sulla tematica della solitudine. Si tratta di un lavoro figlio del triste periodo della pandemia che abbiamo vissuto negli ultimi 2 anni. Ma la musica vuole comunicare anche la solitudine che ognuno di noi sperimenta tutti i giorni. Le ambientazioni, caratterizzate da loop elettronici e dalle sonorità tipicamente doom delle chitarre, sono minimali e pacate ma pervase da un’inquietudine sotterranea che emerge come da un pozzo senza fondo. Il suono delle chitarre è particolarmente gotico e mi ha ricordato gli Jacula del mitico e compianto Antonio Bartoccetti. L’effetto è straniante ma riuscito: se l’intento era quello di produrre delle sensazioni riconducibili all’ambito isolazionista direi che lo scopo è stato raggiunto. Il tono generale vira verso l’oscurità e la malinconia lasciando nell’ascoltatore un vivo sentimento di malinconia e tristezza. Disponibile su Bandcamp: https://chemicalresistance.bandcamp.com/album/grief-of-loneliness.