Rimane saldamente ancorato alla tradizione il progetto italiano They Die, di cui è uscito quest’anno il secondo lavoro, Emptiness Prevails. I Sisters of Mercy sono il più diretto dei riferimenti, con un sound oscuro e l’elemento elettronico ulteriormente potenziato, come a voler attualizzare uno stile che conserva il suo fascino da oltre quarant’anni: la maggior parte dei pezzi hanno ritmica vivace e sono perfetti per il dancefloor ma anche il semplice ascolto è sempre piacevole e coinvolgente, in particolare per i nostalgici delle atmosfere ’80. L’opener “Single Frame” esordisce con ritmo ossessivo e melodia accattivante, musica di presa immediata che evoca scenari ‘vintage’ ma conserva la capacità di trascinare e, soprattutto, di far muovere le gambe, mentre il canto di Scarani si dimostra decisamente all’altezza. Seguono l’inquietante e cupissima “One Last Kiss”, voce e chitarra impeccabili per un paesaggio che più dark non si può e, ancora, “Absolution” ove è di nuovo la chitarra a brillare; “Done Done Done” ripropone efficaci sonorità ballabili cui è impossibile resistere. Ma con “Black Moon”, uno dei brani di maggior rilievo, subentra un mood più malinconico esaltato dal riuscitissimo motivo alle tastiere e, se “All Your Magic” opta ancora una volta per ritmiche travolgenti sotto l’egida dei Sisters of Mercy, “Everything That Burns”, senza rallentare, colpisce anzi a fondo con suoni convulsi per non dire vorticosi. Troviamo quindi “Emptiness”, forse la più tetra e depressa, ove la chitarra ora fluida, ora più sanguigna concorre a disegnare un contesto introspettivo ma, al tempo stesso, percorso da una vena di rabbia e la cover di “The Passion of Lovers”, di cui i nostri intensificano l’impeto e – neanche a farlo apposta – la passione, a questo punto ci può proprio stare. L’album si chiude con “Your Hell”, uno degli episodi migliori, lento, cadenzato e arricchito da una trama elettronica fredda e sinistra a tinte ‘industriali’, a dimostrare quanto lo spirito dark sia sempre vivo e presente e possa riservare soddisfazioni ancora a lungo.