Sei componenti (tre chitarre), esperienze maturate in altri progetti, contributi incisivi di ospiti di pari lignaggio. La V del Sordo rimane sospeso tra furia e fasi statiche di calma (apparente?), quando all’iroso rifiuto di tutto si sovrappone un fragile strato di delicatezza. La finale “La lámpara del Diablo”, lungo i quasi dodici minuti sui quali si snoda maestosamenti, si chiude come “Saturno devorando a su hijo” inaugurava il disco (disponibile in vinile ed in digitale), andando a rappresentare compiutamente quanto espresso in precedenza. Post rock percorso da una vena di gelida misantropia, pare che essi vogliano urlare, liberando anime afflitte, tutto il loro disgusto… Creatura ferocissima, Il Cane di Gøya sa essere benevola, concedendo parziali squarci di serenità in un contesto di rara cupezza, evocata con grande perizia dai musicisti che compongono l’insieme. L’albo segna il loro debutto ma questo, forte di trascorsi artistici importanti, non se ne dà pena, affrontandolo come opera che segna già l’acquisizione di uno status consolidato. Mai s’insinua sentimento di stanca, di puro esercizio di stile e bravura, l’incedere solenne dell’opener trova soluzione nel ritmo angolare di “El sueno del la Razon produces Monstruos” ove il canto di Samuele Storai amplifica un sentimento di angoscia, con “El aquelarre” (sono i due episodi centrali) esplica il verso più talentuoso e febbrilmente curioso dell’insieme (pare di venir trascinati in una altra dimensione, in un cosmo “laterale”), ma l’intero disco rappresenta una formidabile prova di coesione. Ennesima testimonianza di una scena più fertile di quanto la superficie mostri. Alla pubblicazione contribuisce un consorzio di sigle ormai affermate e, considerato l’impegno profuso, non solo per questa, meritevoli di massimo rispetto. E supporto, naturalmente. 

PS: andrebbe indagata l’influenza di Francisco Goya sull’idea che infonde il progetto (le pitture nere, La Quinta del Sordo…). Interessante. 

Samuele Storai – Vocal 
Lorenzo Guazzini – Guitar 
Lorenzo Terreni – Guitar 
Marco Nincheri – Guitar 
Lorenzo Cigna – Bass 
Enrico Anzalone – Drums 

Per informazioni: https://controcantiproduzioni.bandcamp.com/album/la-v-del-sordo
Web: https://canedigoya.bandcamp.com/album/la-v-del-sordo