Il 13 giugno scorso Cormac McCarthy ha intrapreso il Lungo Viaggio. 

Il 7 luglio ILUITEQ pubblica Reflections/Revisited, rielaborazione del disco dedicato ad una delle sue Opere più significative, “The Road”. Progetto che intendeva, riuscendoci, interpretare lo spirito che informava la versione cinematografica del romanzo operata nel 2009 da John Hillcoat.  

La maggior parte dei remix album mostra difetti congeniti che ne minano la riuscita. Troppo ossequiosi nei confronti degli originali, esercizi sterili di stile (sterile), interpretazioni che ne alterano la natura primigenia. 

Terminato l’ennesimo ascolto, posso affermare che Reflections/Revisited non va classificato sotto la rubrica “trascurabile”, tutt’altro. Rispetto all’originale, la track-list si amplia a tredici tracce, assommando agli otto che componevano “Reflecions from The Road” due composizioni (“The Road” e “Don’t Runaway”) derivanti da sessioni di registrazione poi non utilizzate, due versioni di “Long way, new home”, uno degli episodi cardine del disco, e due bonus remix di “It happened in July” e di “Things are not what they seem” curate da Andrea Bellucci sotto la sigla Ithaki, che si intesta pure “Before and after” e “New reality”. 

Questo per quanto riguarda il necessario corredo informativo. L’analisi di Reflections/Revisited ci conduce poi ad un riscontro concreto, ovvero che la visione allo stesso tempo cupa, ma non priva di speranza, che informava “Reflections…” viene in questa sede approfondita, ampliata, assumendo una veste ancor più delineata, operazione non scontata considerando il valore del primo calco. “Don’t runaway” e “The Road” si collocano agevolmente nell’alveo della narrazione fluida, la mano dei chiamati ad elaborare si muove ferma, rispettosa ma non indulgente, perché ogni uno trae dall’ascolto di un episodio musicale proprie sollecitazioni, proprie emozioni. E l’elenco dei nomi chiamati è esplicativo: Eraldo Bernocchi, Martina Bertoni, Mike Cadoo, Franck Zaragoza (Ocoeur), Mihalis Aikaterinis (Miktek), Ralph van Reijendam & Robbert Kok (Tangent), Giulio Aldinucci, ai quali s’unisce Ithaki/Bellucci. 

Reflections/Revisited oltre a descrivere, ad offrire una interpretazione personale di una opera così magnificamente controversa, avvalendosi di questi contributi si amplia di nuove prospettive. Le quali, chiaramente, andranno a congiungersi alla nostra personale lettura. Ci si smarrirà, ovvero ritroveremo una nostra strada. 

 

 

Per informazioni: https://n5md.bandcamp.com/album/reflections-revisited
Web: https://iluiteq.bandcamp.com/album/reflections-revisited