Ge-Stell: Profeta d’ira

Ge-Stell, artista sperimentale italiano, ci guida attraverso un viaggio sonoro avvincente e riflessivo nel suo EP intitolato Profeta d’ira, un capitolo significativo di una tetralogia dedicata alla Parola Militante. Quest’opera, disponibile su Xonar in formato digitale e su BeTon in formato fisico, è un’immersione nelle profezie di Isaia, esplorando suggestioni post-industriali per creare un’esperienza musicale che cattura l’inquietudine di un mondo in agonia, permeato di colpa e rimpianto.

Il viaggio sonoro inizia con una voce profetica, intrecciata a sonorità elettroniche cupe, delineando un panorama di desolazione e ricerca di redenzione. La maestria sonora di Ge-Stell emerge nel riuscire a trasmettere con successo l’atmosfera di un mondo sospeso tra la disperazione e la speranza. I testi, saggiamente tessuti con sapienza e precisione, si intrecciano con le composizioni, trasmettendo un senso di ineluttabilità e desolazione.
Le suggestioni post-industriali permeano ogni traccia, stratificando l’opera con complessità e dissonanza. Ge-Stell utilizza con abilità suoni elettronici distorti, creando un’atmosfera che riflette il caos e la discordia profetizzati nelle pagine di Isaia. I ritmi lenti, ma marziali, accentuano l’angoscia e l’attesa di una fine imminente, sottolineando la drammaticità del messaggio profetico.

I rituali ambientali profondi fungono da cornice a questo viaggio, aggiungendo una dimensione spirituale e contemplativa all’opera. Ge-Stell crea un equilibrio armonioso tra elementi industriali e rituali, trasportando l’ascoltatore in uno spazio temporale dove il divino e il decadente si fondono in una danza inquietante. Emergono chiaramente le radici della sua condanna nei confronti della degenerazione del mondo moderno, presentato come una metafora apocalittica della fine dell’Occidente.

È essenziale notare che questo lavoro non è semplicemente un singolo sforzo isolato ma è parte di una tetralogia dedicata alla Parola Militante, un progetto ambizioso che trova espressione digitale su Xonar e fisica su BeTon. Le prime tre parti di questa serie, dedicate rispettivamente a Pasolini, Isaia e Heidegger, sono già state pubblicate su BeTon. Inoltre, l’artista ha annunciato l’uscita imminente della quarta parte, dedicata a Neruda, prevista per gennaio/febbraio, promettendo di aggiungere ulteriori strati di significato a questa complessa trama musicale.

In conclusione, l’opera di Ge-Stell non è solo un capolavoro di esplorazione sonora, ma si inserisce in un contesto più ampio di riflessione sulla Parola Militante e sulle voci che hanno plasmato la storia e la cultura. Offre un’esperienza unica e coinvolgente, sfidando le convenzioni musicali e invitando l’ascoltatore a riflettere sulle profezie millenarie, sulla condizione umana e sulla direzione dell’Occidente moderno. In questa complessità, emerge anche il riflesso del pensiero di Julius Evola, arricchendo ulteriormente la profondità di questa esperienza artistica. Disponibile su Bandcamp: https://xonar.bandcamp.com/album/profeta-dira.

Caesar:
Related Post