Borda: Methexis

Methexis è un viaggio avvincente attraverso l’intersezione audace tra il jazz e l’elettronica, un esperimento sonoro che sfida le convenzioni e spinge i confini della creatività musicale. Il progetto Borda, guidato dalla mente eclettica del musicista milanese Teo Ravelli, si propone di tradurre i concetti fondamentali del jazz in un ambiente prevalentemente elettronico, e con Methexis raggiunge un risultato tanto stimolante quanto innovativo. L’album è un’esperienza fluida e immersiva, dove le composizioni emergono come schizzi vividi, pronti a essere plasmati dalle mani abili del suo creatore. Nel brano omonimo Methexis, ad esempio, si percepisce chiaramente l’essenza dell’interplay, con varie modalità di interazione e macroaree modali che fungono da tela per le improvvisazioni ispirate e in continua evoluzione. È come se i confini tra compositore e interprete si dissolvessero, lasciando spazio a una collaborazione creativa senza limiti. Altrettanto intrigante è “On Silent Haunches”, un’esplorazione intima e riflessiva per solo piano elettrico, strutturata sui quattro accordi finali dello standard “Ladybird”. Qui, l’improvvisazione diventa il cuore pulsante della musica, con il musicista che si lascia trasportare dall’impulso del momento, guidato solo dalla propria sensibilità e dalla connessione emotiva con il materiale. Ciò che distingue veramente Methexis è l’approccio innovativo all’interazione tra il musicista e il processo di produzione. Non si tratta solo di eseguire le composizioni, ma di collaborare attivamente alla loro trasformazione e reinterpretazione. Borda agisce come un’alchimia sonora, manipolando il materiale registrato e creando strati sonori complessi e avvolgenti, che aggiungono una dimensione nuova e sorprendente alla musica. L’album si sviluppa come un dialogo senza fine tra l’uomo e la macchina, dove la spontaneità dell’improvvisazione si fonde con la precisione della produzione elettronica. È un viaggio che spinge l’ascoltatore ad abbandonarsi completamente alla bellezza dell’incertezza e alla magia dell’esplorazione sonora. In conclusione, Methexis è un’opera affascinante e avanguardistica che dimostra il potere della sperimentazione nell’ambito della musica contemporanea. Con la sua combinazione unica di jazz e elettronica, Teo Ravelli con il progetto Borda ha creato un’esperienza sonora che va oltre i confini dei generi convenzionali, invitando gli ascoltatori a immergersi in un mondo di infinite possibilità e scoperte musicali.

Caesar:
Related Post