Il secondo album di UHUSHUHU nel catalogo Zoharum è un’immersione profonda nell’etere sonoro dell’ambient, una collaborazione che vede Pavel Dombrowski coinvolgere Lilia Akivenson per creare un’esperienza musicale coinvolgente e riflessiva. Zvirat non è semplicemente un album di drone/ambient, ma piuttosto un diario sonoro di un viaggio verso l’ignoto, registrato in luoghi che evocano una dimensione spirituale e una profondità emotiva. Con cinque lunghe composizioni che si snodano attraverso paesaggi sonori sfumati, UHUSHUHU offre un’esperienza che va al di là della mera fruizione musicale. Le tracce, nate da registrazioni effettuate in Kazakistan, si presentano come racconti emotivi dipinti attraverso il suono, un linguaggio universale che parla direttamente alle sensazioni e alle percezioni dell’ascoltatore. L’album si apre come un portale verso mondi interiori con una profondità che trascende il mero ascolto superficiale. I brani si svolgono con una grazia eterea, dove le sfumature dei sintetizzatori di Akivenson si fondono con la visione sonora di Dombrowski, creando un tessuto di suoni che si muove con una fluidità quasi organica. La musica di UHUSHUHU trasporta l’ascoltatore in uno stato di contemplazione e meditazione, invitandolo a immergersi in un viaggio interiore. Le tracce si susseguono come capitoli di un libro senza parole, ognuna portando con sé un’atmosfera unica e un sentimento profondo di introspezione. L’album è un invito a esplorare il sottile confine tra il visibile e l’invisibile, il tangibile e l’intangibile. È una narrazione che si dipana attraverso il fluire del suono, portando con sé una sensazione di trasformazione e trascendenza. L’edizione limitata di 300 copie in CD piegato in digipack a 6 pannelli aggiunge un tocco tangibile all’esperienza musicale, rendendo ogni copia un oggetto prezioso e unico. In conclusione Zvirat è un’opera di rara bellezza e profondità, un viaggio sonoro che abbraccia l’anima e invita l’ascoltatore a esplorare i confini dell’esperienza umana attraverso il potere del suono. Un album che si rivolge non solo agli amanti dell’ambient, ma a chiunque sia sensibile alla bellezza eterea e all’essenza dell’arte sonora che emana dal profondo dell’anima. Disponibile su Bandcamp: https://zoharum.bandcamp.com/album/zvirat.