Il nuovo album di BRANDKOMMANDO, intitolato Jugoslavija 1941-1945 e pubblicato dalla Zoharum, rappresenta un’immersione profonda e provocatoria nella tumultuosa storia del regime comunista di J. Tito, che ha dominato l’ex Jugoslavia con un pugno di ferro per molti anni. Attraverso la sua musica caratteristicamente industriale e l’estetica della Power Electronics / Noise, il musicista Karol Wachowski offre una critica acuta del totalitarismo e del terrore che hanno caratterizzato quel periodo storico. L’album si apre con una serie di citazioni e campioni che evocano vividamente l’atmosfera politica e sociale dell’epoca. Tuttavia, ciò che emerge è una destrutturazione di queste narrazioni ufficiali, una decostruzione che mette in luce la falsità e la manipolazione presenti nei manifesti politici dell’epoca. Attraverso la manipolazione sonora e la scomposizione dei campioni, BRANDKOMMANDO smaschera il pathos e la serietà di ideologie ormai obsolete, rivelando la loro vacuità e il loro uso strumentale da parte delle autorità dell’epoca. La scelta di strumenti e mezzi espressivi è cruciale per la forza dell’album. L’approccio industriale e distorto di Wachowski si presta perfettamente alla rappresentazione della brutalità e della disumanizzazione del regime comunista jugoslavo. I suoni si sovrappongono e si intrecciano in un collage caotico che riflette la complessità e la confusione di quegli anni bui. Jugoslavija 1941-1945 è molto più di un semplice album musicale; è un’opera concettuale che invita l’ascoltatore a riflettere profondamente sulla natura del potere, della propaganda e della resistenza. Le sei tracce dell’album offrono un viaggio emotivo e intellettuale attraverso le contraddizioni e le tragedie di un’epoca turbolenta. La confezione ecopack a sei pannelli aggiunge un tocco di minimalismo e di impegno ecologico, che si sposa bene con il contenuto concettuale dell’album. In definitiva, Jugoslavija 1941-1945 è un’opera avvincente e provocatoria che sfida le convenzioni musicali e politiche, invitando l’ascoltatore a interrogarsi sulle lezioni del passato e sulle implicazioni del potere nel presente. Disponibile su Bandcamp: https://zoharum.bandcamp.com/album/jugoslavija-1941-1945