Davvero molto interessante questo nuovo album di Jacek Wanat aka CHORE IA intitolato Postscriptum . La musica unisce in maniera originale drone, ambient con elementi di elettronica sperimentale. I 2 pezzi forti del disco sono le lunghe (circa 17 minuti) “(Postscriptum​)​: I DIE / RESPIRATEUR” e “(Postscriptum​)​: THEY SAY NOTHING / ILS SONT MORTS”. Le atmosfere che possiamo ascoltare in queste 2 tracce sono molto oscure e ipnotiche, nel solco di un sound sperimentale che sarebbe riduttivo definire semplicemente dark-ambient. Le ambientazioni sono da suicidio e da racconto di Lovecraft e sembrano evocare i riti occulti officiati in qualche chiesa sconsacrata in una metropoli malfamata e in decadenza. Anche se la musica è eterea e pacata rimane sempre sottilmente minacciosa e inquietante. Durante l’ascolto si rimane con una vivida sensazione di disagio ma credo che questo sia anche lo scopo di questo artista. Siamo ai confini dell’avanguardia e questo lavoro, nel suo complesso, non è certo di facile ascolto ma anzi potrebbe rivelarsi ostico per molti. Tuttavia a mio avviso siamo di fronte a musica di alta qualità che mi sento di consigliare agli ascoltatori più coraggiosi. Questa edizione è stata arricchita con il secondo disco Neogolizmowa, contenente materiale da entrambe le cassette e alcuni bonus dello stesso periodo. L’edizione in 2CD è contenuta in un eco-pack a 6 pannelli con un artwork basato sulle grafiche e sui dipinti di Jacek Wanat. Disponibile su Bandcamp: https://zoharum.bandcamp.com/album/postscriptum-neogolizmowa.