Pantofobia: Un Viaggio Visionario nelle Profondità dell’Anima

Immergersi nel mondo sonoro delle Sorelle Trapasso è come avventurarsi in un labirinto dell’anima, dove le emozioni più oscure e le paure più profonde si intrecciano con la bellezza surreale della musica. Pantofobia, il loro ultimo disco, è il risultato di anni di sperimentazione e improvvisazione, un viaggio che ha richiesto cinque anni per prendere forma, ma che ora si manifesta come un’opera d’arte straordinaria e provocatoria.

Il filo conduttore di questo lavoro è una combinazione unica di influenze musicali, che spaziano dagli Squrl a PJ Harvey, dai Swans ai Dead Can Dance, da Rose McDowell al barocco. Questa eterogenea miscela di suoni e stili crea un paesaggio sonoro ricco e caleidoscopico che incanta e inquieta allo stesso tempo.

Al centro di Pantofobia c’è il tema delle fobie, esplorato con una profondità e una sensibilità uniche. Le Sorelle Trapasso hanno lavorato su questo concetto molto prima della pandemia, ma le turbolenze del mondo moderno hanno solo amplificato e confermato le paure e le ossessioni che permeano la nostra esistenza. Attraverso la musica, le artiste mettono in scena le proprie fragilità, esplorando il delicato equilibrio tra repulsione e fascinazione che caratterizza le fobie.

 

Un altro elemento fondamentale di Pantofobia è l’uso sapiente di testi poetici, che aggiungono un ulteriore strato di profondità e significato alle composizioni. Da Percy Shelley a Shakespeare, da Lenora Carrington, le Sorelle Trapasso attingono a una vasta gamma di fonti letterarie per arricchire il loro lavoro con una dimensione letteraria e filosofica.

Il duo dietro questo progetto, composto da Bloodi Mary ed Elena Paganelli, si distingue per la loro freschezza e originalità, offrendo un’esperienza musicale che sfida i confini del convenzionale. La produzione sapiente di Nicola Savelli dei Gargamella ha plasmato un suono che si muove fluidamente tra l’oscuro, l’esoterico, l’esperimentale e il folk, creando un’atmosfera avvolgente e ipnotica che cattura l’immaginazione dell’ascoltatore.

In definitiva, Pantofobia è molto più di un semplice album. È un viaggio visionario nelle profondità dell’anima umana, un’odissea sonora che esplora le paure e le ossessioni che ci tormentano, ma che allo stesso tempo celebra la bellezza e la potenza della musica nel trasformare il dolore in arte. Con questo disco, le Sorelle Trapasso confermano il loro status di visionarie della scena musicale contemporanea, offrendo un’esperienza indimenticabile che lascia un segno indelebile nel cuore di chiunque abbia il coraggio di ascoltarla. Disponibile su Bandcamp: https://utuconspiracy.bandcamp.com/album/pantofobia.