Tra le nebbie cupe di Londra, Il Grande Dio Pan di Arthur Machen, nella sua nuova edizione curata da Ippocampo Edizioni con le illustrazioni di Samuel Araya, emerge come un monumento dell’orrore letterario, sfidando le convenzioni e scrutando nell’abisso dell’umano e dell’inumano. Questa versione non solo presenta il romanzo principale, ma arricchisce l’esperienza con una serie di racconti che ampliano e approfondiscono il panorama letterario.

Al centro della trama si staglia una figura enigmatica, quasi sovrannaturale: una donna avvolta da un mistero che si insinua nelle strade di Londra, seminando morte e terrore. I suoi incontri si trasformano in tragedie oscure, con volti contorti dal terrore. Ma chi è questa creatura? È il risultato di un patto con le forze oscure o il frutto di esperimenti scientifici nefasti? Il Grande Dio Pan ci conduce in un viaggio attraverso le tenebre, tra pagine intrise di terrore e suggestione. Con una prosa raffinata, poetica e macabra, Machen ci immerge in un mondo dove il confine tra realtà e illusione si dissolve, dove antichi dei pagani si mescolano con la modernità decadente.

Ma non solo il romanzo principale cattura l’attenzione del lettore. Questa nuova edizione include una serie di racconti che arricchiscono ulteriormente l’universo narrativo di Machen. La luce interiore, La storia del sigillo nero Storia della polvere bianca e La piramide di fuoco pur essendo storie note e antologizzate, si integrano perfettamente nel contesto della Londra macabra e misteriosa creata dall’autore, aggiungendo nuovi elementi di terrore e f ascino alla narrazione. La prefazione di Guillermo del Toro aggiunge un ulteriore strato di profondità a questa opera, sottolineando la sua importanza nel panorama della letteratura dell’orrore.

Inoltre, la preziosa introduzione dello stesso Arthur Machen, intitolata Par-delà le pont des années, offre un’ulteriore prospettiva sulla riedizione del romanzo nel 1916 presso l’editore Simpkin. La postfazione di S.T. Joshi fornisce un’analisi approfondita delle influenze di Machen su autori successivi, come H.P. Lovecraft, evidenziando l’impatto duraturo di questo romanzo e dei suoi racconti nella narrativa fantastica. Infine, le illustrazioni di Samuel Araya completano l’opera, offrendo un accompagnamento visivo che amplifica il senso di inquietudine e meraviglia che permea ogni pagina.

Il Grande Dio Pan in questa nuova edizione si rivela non solo un romanzo da leggere, ma un’esperienza da vivere, un viaggio nelle profondità più oscure della psiche umana, dove il terrore e il fascino si mescolano in un turbine di emozioni contrastanti. Preparatevi ad essere trasportati in un mondo dove il divino e il demoniaco si fondono, dove ogni angolo nasconde un segreto, dove l’ombra del grande dio Pan attende di essere rivelata.

Arthur Machen, Samuel Araya “Il grande dio Pan” –  Editore L’ippocampo – Collana Collector – 256 pagine – Euro 25 – ISBN9788867229314