Categoria

Recensioni

Recensioni

Dry Cleaning: New Long Leg

Non sia mai detto che, anche se l’anno è finito, si ometta di parlare di quello che, stando alla critica specializzata, è il fenomeno postpunk del 2021. Il fatto è che, prima di pronunciarci, sono stati necessari molti ascolti e…

Vai all’articolo
Recensioni

Hybryds: Cortex Stimulation – Virtual Impact

Continua l’opera, da parte della Zoharum, della ripubblicazione dell’intero catalogo degli Hybryds: il gruppo di belga è stato fondamentale per essere stato fra i precursori del ritual-ambient. Personalmente apprezzo maggiormente i loro lavori che si avvicinano a una dimensione spirituale…

Vai all’articolo
Recensioni

The Witching Tale: The Witching Tale

E’ arrivato praticamente alla fine del 2021 un disco che ha tutte le carte in regola per risultare intrigante e fuori dell’ordinario: il nome del progetto è The Witching Tale, ne fanno parte Katherine Blake (Mediaeval Baebes, Miranda Sex Garden)…

Vai all’articolo
Recensioni

Final Coil: Somnambulant II

Meritata l’assunzione al primo livello dell’alternative rock per i Final Coil di Phil Stiles, compositore competente e dotato di rara capacità di sintesi, necessaria quanto mai in ambito musicale. Somnambulant II rielabora brani già pubblicati, applicandovi quanto appreso in anni…

Vai all’articolo
Recensioni

Crimson Brûlée: Tragica EP

I Crimson Brûlée dichiarano influenze apparentemente disomogenee (Bowie, Depeche Mode e pure Fleetwood Mac, quelli di “Rumors”, intendo io), che traducono in un approccio ad una forma libera da costrizioni che rende Tragica opera assai interessante. Ascendenze comunque celate tra le…

Vai all’articolo
Recensioni

Pilgrimage: Sigil of the pilgrim sun

Trio proveniente per due terzi da Malta (sede del “Doom over Malta”, uno dei più longevi festival a tema) e per il restante dai Paesi Bassi, con l’aggiunta di un vocalist ospite (preciso, due considerando che su una singola canzone…

Vai all’articolo
Recensioni

The Black Veils: Carnage

No, non me la sento, non mi va proprio di digitare quelle due paroline partite da un trattino per le quali Simon Reynolds potrebbe (ci ha già) intrattenerci per chissà quanto tempo ancora (o forse no, gli è già venuto…

Vai all’articolo
Recensioni

Zenial: Lancelot’s Delusion

Lukasz Szalankiewicz fa uscire Lancelot’s Delusion, un nuovo album a nome Zenial, il suo progetto di musica elettronica e ambient. Il pezzo forte dell’album è la lunga title-track (di oltre 20 minuti). L’autore descrive il pezzo come una sorta di…

Vai all’articolo