Tag

ambient

Recensioni

A.N.A.L.E. Vol. 1

Segnalo questa compilation della neonata etichetta livornese Blackash Records, specializzata nella divulgazione di sonorità ambient-industrial e noise con particolare attenzione a quella che è la scena locale che, a dispetto di quel che si può pensare e seppur in maniera…

Vai all’articolo
Recensioni

Phantoms vs Fire: WLDLFE

Viene dal Brasile l’artista Thiago C. Desant, che sotto il moniker di Phantom vs Fire ci propone un raffinatissimo album strumentale elettronico molto forte e profondamente curato, in grado di stimolare sensazioni ed emozioni contrastanti nell’animo dell’ascoltatore. Il viaggio sonoro…

Vai all’articolo
Recensioni

Ulver – Wars of the Roses

Li aspettavo al varco dopo quel capolavoro di Shadows of the Sun, ma le promesse purtroppo sono state disattese. Wars of the Roses è un disco che, nella discografia del gruppo norvegese, può essere considerato minore, per non dire sottotono….

Vai all’articolo
Recensioni

Æthenor – En Form For Blå

Faking Gold And Murder è stato uno dei miei dischi dell’anno nel 2009, naturale che le attese fossero molto alte per il nuovo Æthenor, creatura musicale che vede coinvolti Stephen O’Malley (Sunn0))), KTL), Daniel O’Sullivan (Ulver, Mothlite, Guapo), Kristoffer Rygg…

Vai all’articolo
Recensioni

Ouroboros – Ouroboros

Tra i tanti progetti del prolifico Marco Grosso, Ouroboros è quello che preferisco. Questo nuovo dischetto in digipack ristampa tre singoli fuori catalogo con l’aggiunta di due nuove tracce. Il materiale come sempre è dark ambient dalla forte componente esoterica,…

Vai all’articolo
Recensioni

Mist – Glowing Net

Mist è uno dei tanti progetti paralleli di John Elliott degli Emeralds, qui in compagnia di Sam Goldberg. Si tratta solo di un EP di sei brani dalla durata media di 4 minuti per una mezzora circa di ambient drone…

Vai all’articolo
Recensioni

Pineal Eye – II

Nell’omonimo trattato di Georges Bataille, il “Pineal Eye” è la ghiandola pineale, descritta appunto come “terzo occhio”, la cui posizione all’interno del cranio, vicino il cervello, è in grado di generare visioni estatiche. Così la musica di Pineal Eye si…

Vai all’articolo
Recensioni

Tor Lundvall – The Ghost Years

Per molti Tor Lundvall è autore principalmente di dischi “ghost ambient”, come ama lui stesso definire la sua musica, oppure come una piacevole commistione tra ambient soffusa e downtempo, come nel recente, bellissimo, Sleeping and Hiding, però il suo primo…

Vai all’articolo