Tag

post-punk

Recensioni

Diathriba: Le nozze nascoste 1993-1995

Gli anni novanta produssero ottimi lavori, intestati ad insiemi che dovettero fronteggiare i mutamenti imposti dalle nuove correnti espressive emergenti all’epoca. Fear of the Storm, Simon Dreams in Violet, Artica e chiedo venia a chi non cito, sono solo alcuni…

Vai all’articolo
Recensioni

Movment: Reinvention

Si inseriscono con ambizione legittima fra le ultime leve del post punk, gli irlandesi Movment, ma non lasciatevi irretire dalla provenienza del quartetto, Mullingar, contea del Westmeath, la fertile Irlanda. Certo, il midollo osseo contiene le stesse cellule dei titolati Fontaines…

Vai all’articolo
Recensioni

Partinico Rose: Undeclinable ways

“Il Tempo è dalla loro”, così chiosai la recensione di “Songs for sad and angry people”. Il Tempo. Era l’aprile del 2020 ed ora, a quattro anni di distanza (dalla recensione, “Songs…” venne pubblicato nel 2019), irrompe Undeclinable ways, il…

Vai all’articolo
Live Report

Editors – Gorizia 2/9/2023

Per alcune generazioni di “nativi” (e non) degli anni segnati dalla netta separazione fra Ovest ed Est (invero qui meno rigida che in altri Paesi accomunati dallo stesso destino), il Piazzale della Casa Rossa di Gorizia evoca ricordi di ammassamenti…

Vai all’articolo
Recensioni

Grave Pleasures: Plagueboys

Gran bella ventata di aria fresca questo nuovo album dei Grave Pleasures, band finnica al terzo disco dopo il cambio di nome da Beastmilk, che anni fa ci stupirono non poco con l’esordio “Climax”. Plagueboys nelle sue 10 tracce segna…

Vai all’articolo
Recensioni

Morgana: Contemporaneità

Di primo acchito ho scambiato Morgana per il progetto solista di una pugnace rrriottt-grrrl. Invece trattasi di un quartetto fiorentino che nelle note della pagina bandcamp classifica la propria proposta file under post-punk (ancora!)/cold wave.  Contemporaneità assomma sette tracce che liberano…

Vai all’articolo
Musica

Intervista LDV / La Dolce Vita

Una attività live intensa, un chiaro riferimento ad una epoca ben delineata. LDV (o come a me piace nominarli LDV formerly known as La Dolce Vita) non si abbandonano (o lo fanno in parte) a facili nostalgie. Coinvolgenti sul palco,…

Vai all’articolo
Recensioni

L.D.V./La Dolce Vita: Sacrifice (singolo)

Luca Frazzi, autorevole firma di Rumore, a proposito di post punk (non ha utilizzato il trattino), scrive sul numero di settembre (riferimento: recensione di Paper thin dei Green/Blue): “…il loro tributo alla tradizione post punk (di questo si tratta, nonostante…

Vai all’articolo