Tag

WormHoleDeath Records

Recensioni

Aeternitas: Haunted minds

Ammetto che l’opener “Destiny” suscitò in me qualche perplessità, al primo ascolto, impressioni presto fugate dall’incalzare veemente delle successive dieci tracce, fin dalla immediatamente successiva “Fountain of youth”. Una serie di brani di alto livello incentrati su trame strumentali solide…

Vai all’articolo
Recensioni

Slaverty: Beyond imagination

Fronteggiati dalla valida Karin Montt, i cileni Slaverty pongono con Beyond imagination il primo sigillo ad un percorso iniziato nel 2015 e fino ad oggi segnato dalla pubblicazione di una manciata di singoli. Impegnandosi in un settore affollato assai, quello del…

Vai all’articolo
Recensioni

Heterogeneous Andead: Deus ex machina

La precisione chirurgica che caratterizza le elaborate sonorità di Deus ex machina non stupiscono trattandosi di un combo giapponese, non v’è una nota fuori posto ed il costrutto suona fluido e lineare. Anche il look dei musicisti, in primis la…

Vai all’articolo
Recensioni

INK: Whispers of Calliope

Un cd di cover, una raccolta di titoli sparsi sul tappeto. Il vocalist Chris Tsantalis ricorda la madre cantare, era piccolo, la sua meravigliosa voce al mattino… Calliope il suo nome, Calliope dalla bella voce, come la musa della poesia…

Vai all’articolo
Recensioni

Blood Moon Hysteria: My sacrifice EP

Facile etichettare come melancolia norrena il secondo lavoro di Runar Beyond (già attivo come Beyond the Morninglight), assemblato con la decisiva collaborazione di Fredrik S. al piano; My sacrifice viene opportunamente introdotto dalla cavalcata solinga della title-track, ove un serrato…

Vai all’articolo
Recensioni

Astray Valley: Unneth

Non facile maneggiare la materia “modern metal”. Elemento sempre più liquido ed indefinito, se si è all’esordio poi il rischio di confondere e confondersi è da tenere in debita considerazione. Unneth è però disco edificato su solide fondamenta, dotato di…

Vai all’articolo
Recensioni

Painted Black: Raging light

  Lo sguardo fiero del lusitano rivela una profondità pari a quella dell’immensità degli oceani che quel popolo ha solcato alla ricerca di nuove terre da colonizzare; una nazione povera, schiacciata tra Spagna ed una distesa d’acque irose che lo…

Vai all’articolo