Assemblage 23: Storm

0
Condividi:

Ver Sacrum Ogni nuovo album di Assemblage 23 mi pare migliore del precedente ed oggi la sensazione è quanto mai giustificata perchè con “Storm”, Tom Shear ha probabilmente firmato il proprio capolavoro. Nessuna particolare innovazione nel sound del progetto americano, ma l’esaltazione di ciò che Tom sa fare così bene, ovvero ottimi brani EBM dalle strutture melodiche assolutamente affascinanti e dal ritmo irresistibile; una miscela perfetta che, unita a testi mai banali, ha fatto di Assemblage 23 uno dei punti di riferimento del panorama elettro-EBM. “Storm” è articolato in 10 tracce spettacolari, in un susseguirsi di testi introspettivi “cuciti” su melodie e ritmi trascinanti, per un disco che non accusa passaggi a vuoto ed in cui si sprecano i titoli che possono ambire al ruolo di secondo singolo dopo “Let the wind erase me”; citazione particolare quindi, solo per la conclusiva “30.000 feet”, il brano piu’ lento ed “essenziale” del cd, con un testo che non può lasciare indifferenti e che richiama in maniera piuttosto esplicita il tragico destino delle vittime degli attentati dell’ 11 settembre 2001. Sicuramente uno dei dischi dell’anno.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.