Technoir: Manifesto

0
Condividi:

Ver Sacrum Dopo qualche anno dal loro album d’esordio, riecco i Technoir. Il primo prodotto del duo tedesco per l’Alfa Matrix è questo buon mcd, che in 8 tracce ci offre ben 4 brani e questa è già di per sè una buona cosa, rispetto a chi infarcisce i cd-single con un mucchio di remix della stessa canzone. Lo stile dei Technoir è sempre quello che avevamo già apprezzato con il precedente “Groundlevel”, ovvero un elettro-pop di buona fattura, caratterizzato dalla bella voce di Julia Beyer, in questi anni presente come “guest vocalist” sugli ultimi album di Melotron, Eternal Afflict, Rotersand e Distorted Reality. “Manifesto” è un brano decisamente gradevole, presente in tre versioni, di cui preferisco decisamente la prima, a firma dei Technoir stessi; infatti i remix di Delobbo e Beborn Beton hanno in primis il difetto di essere troppo lunghi (rispettivamente 10 e 9 minuti!!!) e quello di Delobbo esaspera toni “techno” a me poco graditi. Due versioni per la successiva “Silence”: il primo remix è a cura del russo DJ RAM, mentre per la successiva versione, i Technoir si sono affidati a tale DJ Rabauke, a quanto pare assai noto in Germania in ambito hip-hop; il risultato sono due remix dai toni troppo “mainstream” per i miei gusti. Le cose migliorano con la successiva “Liar” per la quale scendono in campo due remixer del calibro di Rotersand e Daniel Myer: ottimo il loro lavoro per questo brano già assai piacevole nella sua versione originale. Chiude la tracklist “Breathe”, in un remix a cura di Steffen Gehring (la metà maschile dei Technoir): un altro ottimo brano che ribadisce il ruolo dei Technoir come una delle migliori elettro-pop band con voce femminile. Al di là dei toni esasperatamente techno-house di alcuni remix, che finiscono con l’appesantirlo, “Manifesto” è quindi un discreto mcd che costituisce un buon antipasto per l’imminente album “Deliberately fragile”.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.