Heimataerde: Vater

0
Condividi:

Ver Sacrum Già presente nella sua versione originale nell’ultimo album di Heimataerde, Leben geben, leben nehmen, “Vater” viene ora riproposta in due nuove versioni in questo mcd a cui dà anche il titolo. Sei le tracce che l’elettro-crociato ci offre, nel suo consueto stile che mescola elettronica ed elementi medievaleggianti; una formula a cui si poteva forse guardare anche con simpatia in virtu’ della sua originalità dopo il primo album, ma che ora, dopo tre full-lenght e qualche singolo, mostra chiari segni di cedimento. Dopo il superfluo prologo “Mutter” (che ritroveremo nella sua versione integrale in chiusura di cd), ecco “Aura lusus mixtura”, la prima delle due versioni di “Vater” qui incluse (“Saltatio mixtura” è la seconda); si tratta di due pezzi tutto sommato anche gradevoli, ma che non aggiungono nulla di nuovo sul conto di Heimataerde. Beats incalzanti, cornamuse e cori gregoriani campionati; la formula di Ashlar Von Megalon è questa, nel bene o nel male, ed anche se alcuni passaggi sono pure discreti (si veda in particolare “Mutter” ed il primo remix di “Vater”) il tutto inevitabilmente sa tanto di già sentito (nonchè di terribilmente kitsch).

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.