Psychic TV

0
Condividi:

Psychic TV a Prato, Foto di Grendel

In quest’autunno densissimo di eventi live significativi sono tornati in Italia anche gli Psychic TV di Genesis (Breyer) P-Orridge, individuo ultra-carismatico che non cesserà mai di stupirci e che non può non suscitare la nostra ammirazione, per mille e un motivo… Non bastasse il fatto di aver fondato i seminali Throbbing Gristle, e ancor prima di essersi reso protagonista di performance oltraggiosissime con i COUM Transmissions, ci sarebbero ancora un tot di ragioni per considerarlo uno di quegli artisti che hanno spianato la strada a moltissime persone, precorrendo i tempi e rappresentando una sorta di avanguardia transgenerazionale. Tra queste c’è anche la creazione degli Psychic TV, cioè l’ennesima valvola di sfogo della sua urgenza creativa e l’ulteriore esempio del suo indubbio talento, in questo caso concretizzatosi sotto forma di ricerca sonora sempre portata al limite, e mai giunta a esaurimento.

Non essendo la prima volta che vedevo “lui/lei” (a chi non fosse informato consiglio di andare avanti nella lettura per capire il perché del doppio pronome…) e la sua ciurma dal vivo sapevo già cosa aspettarmi dal concerto in programma al Siddharta di Prato, ad ogni modo ad eventi del genere si partecipa sempre con una certa emozione, non solo per lo spessore dei personaggi presenti ma anche per l’intensità che di solito caratterizza tali spettacoli. Se a questo aggiungiamo che il tutto è andato avanti per quasi due ore e la qualità del sound era ottima, capirete perché dico che il pubblico ha trascorso una gran serata e se è andato via totalmente soddisfatto. Del resto chiunque non sia un ignorante bigotto e abbia avuto, nella sua vita, anche un minimo di contatto con la cultura alternativa non può rimanere indifferente davanti a questa “signora” che una volta era un uomo, e nonostante i cinquantotto anni suonati continua ad andare contro ogni regola del conformismo e a fare esattamente quello che gli/le pare.

Eh sì perché il/la caro/a Genesis ormai da diverso tempo porta avanti il suo personale progetto sulla “pandroginia”, una forma artistica nonché pseudo-teoria evolutiva che prevede che l’alterazione del corpo possa avere effetto sulla mente dell’uomo e, di conseguenza, sulla società. E così come è sempre stato, anche in questo caso ha voluto sperimentare di persona ciò in cui crede, trasformando se stesso in una signora di mezz’età dall’aria stralunata e vestita in maniera eccentrica (a Prato indossava scarponcini alti, maglietta scollata, minigonna, calze colorate multistrato e gioielli vari…), per non parlare poi dei tatuaggi e cicatrici in bella mostra sulle braccia, dell’enorme bocca siliconata e delle tette rifatte, che per un attimo ha anche mostrato. Molto più sobri e normali sono i musicisti che al momento fanno parte della line-up degli Psychic TV, ma tale concetto di normalità si lega solo all’immagine perché il loro atteggiamento ben si abbina con quello del/la frontman, vedi ad esempio il modo di fare del bassista (che ogni tanto pareva entrare in trance…) o del giovanissimo e simpatico tastierista, impegnato a ballare e divincolarsi in maniera bizzarra.

Per quanto riguarda l’esecuzione vera e propria, sia i quattro musicisti che lo/a stesso/a “Gen” sono apparsi molto concentrati e in forma, regalando ai presenti una performance di alto valore tecnico incentrata sul materiale contenuto nell’ultima release (intitolata Mr. Alien Brain vs. The Skinwalkers e dedicata alla prematuramente scomparsa Lady Jaye, ossia la seconda moglie del/la vocalist inglese). Il mix tra psichedelia rock e sperimentalismo noise-elettronico proposto dalla band continua ad avere un fascino particolare, ma soprattutto è una gran soddisfazione vedere dal vivo chi, certe cose, ha contribuito a inventarle, difatti durante tutto il concerto il numeroso pubblico è stato attentissimo e partecipe, ricevendo pure i complimento di Orridge che ha alquanto apprezzato l’entusiasmo mostrato nei suoi confronti. Insomma, è davvero il caso di dire “Meno male che in giro c’è gente così!”: non sono poi molti gli eventi contro-culturali/musicali che davvero possono avere un’influenza sulle idee di un individuo, ma questo era senz’altro uno di quelli e c’è da augurarsi che, specialmente i più giovani e meno consapevoli, siano stati “illuminati” a dovere…

Psychic TV a Prato, Foto di Grendel

Links:

Genesis Breyer P-Orridge: sito ufficiale

Psychic TV @ MySpace

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.