Kannonau: Initium

0
Condividi:

Ver Sacrum Dopo l’omonimo mcd, ecco Initium, primo album dei Kannonau. Come già evidenziato con il loro precedente output (di cui qui ritroviamo tre brani), la band calabrese ci offe un lavoro a cavallo tra folk-apocalittico ed atmosfere marziali, rivelando ottime capacità compositive, come evidenziato dalle undici tracce in cui si articola il disco. Brani come “Revenge” (la mia preferita, che si avvale anche di un bel testo), “Initiation”, “Third level”, “Death to the weak”, “The human abstract” e la conclusiva “Dragon of death”, sono ottimi pezzi, in un’alternanza di brani piu’ tipicamente neo-folk con altri maggiormente apocalittico/marziali. La buona interpreatzione vocale inglese, non viene a mio avviso eguagliata nei brani cantati (o meglio dovrei dire, recitati) in italiano; troppo forzate ed eccessivamente “intellettualoidi” mi paiono “Tragedia d’amore e di morte”, “La fine dell’uomo” e “Addio!”. Nel complesso Initium è comunque un disco decisamente buono, che afferma i Kannonau come una delle migliori realtà del panorama folk-apocalittico italiano.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.