Fix8:Sed8: Dormicum

0
Condividi:

Ver Sacrum La piu’ recente newsletter di Suicide Commando, oltre a segnalare le novità in cantiere per il progetto di Johan Van Roy, consigliava caldamente l’acquisto di questo disco; incuriosito, mi sono “procurato” Dormicum e ho cercato informazioni. Trattasi del progetto solista di Martin Sane da Wiesbaden, per altro già al suo secondo album dopo il precedente Humanophobia (prodotto da Daniel Myer, aka Haujobb) del 2006; la musica di Martin è influenzata in primis da Skinny Puppy e Velvet Acid Christ ed in questo album ci offre brani che spaziano dall’elettrodark-atmosferico delle iniziali “Guillotine gratitude” e “Quarantine”, al sound piu’ incalzante dei potenziali hits quali “The Needle”, “Blood Delta” or “Post Mortem Apocalypse”, mentre “Imsomniac” suona come il Suicide Commando del periodo “Stored images”/”Critical stage”. Se le parti vocali possono giustificare una sua collocazione in area “harsh”, è altrettanto vero che (per fortuna) i punti di contatto finiscono qui: rispetto a questi il progetto di Martin si avvale infatti di un songwriting sicuramente superiore che lo porta alla composizione di brani dove prevalgono atmosfere oscure e disturbate. Progetto a suo modo originale, Dormicum è un disco che suona fresco, incisivo e potente: un nome da tenere d’occhio. Grazie del consiglio, Johan!

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.