Darklight: Light from the dark

0
Condividi:

Ver Sacrum Virtuoso della sei corde, Frank Caruso iniziò giuovanissimo a suonare la chitarra ed il pianoforte, tanto che già alla verde età di diciassette anni fondò la sua prima band, i Firehouse (omonimi dei class-metallers americani), coi quali pubblicò due dischi, entrambi apprezzati dai cultori dell’hard-rock melodico (“Labyrinth” godette di distribuzione continentale), per poi collaborare con artisti italiani di fama (come Franco Battiato), meritandosi la fama di valente session-man. Fu con gli Arachnes che firmò ulteriori prove di alto livello, via via consolidate nel corso di una carriera che vide la pubblicazione di dischi di successo in ambito metal quali “The Goddess temple”, “Metamorphosis”, “Parallel worlds”, “Apocalypse” e “Primary fear”, i quali consolidarono la fama della band non solo in Europa, ma pure nel ricettivo Giappone. Il nuovo progetto Darklight vede Frank affiancato dalla brava Paola Baldacci, la voce melodica e sensuale della quale si contrappone magnificamente ad un sound volutamente cupo e moderno, perfetto connubio tra l’urgenza espressiva del death/trash e partiture classiche e medievaleggianti. Merito della bravura dei nostri, non eccedere mai in un senso o nell’altro, mantenendosi in equilibrio per tutta la durata del disco e riuscendo pertanto a tener ben desta l’attenzione dell’ascoltatore, anche quello meno avvezzo a frequentare questi lidi sonori. Lo strumentismo colto (nel suo back-ground vi sono pure studi di Musica Sacra) di Frank genera via via ambientazioni di grande presa emotiva, esaltate da una produzione impeccabile ed elegantissima. Non a caso, Light from the dark è chiuso da uno strumentale, “Breathless”, che non rappresenta un mero riempitivo od il semplice ed autocelebrativo sfogo di un guitar-hero, bensì la volontà di arricchire un’opera già onusta di classe con una ulteriore prova di quanto la tecnica asservita alla composizione può generare soddisfazione in chi ascolta (ed in chi esegue, of course). Dall’intro “The beginning…” in poi, sarà la voce di Paola (non la solita cantante lirica prestata alla musica dura) a guidarvi con delicatezza in questo labirinto (eh, un giuoco di parole che m’è venuto naturale…) soniko, ove v’imbatterete nella gagliardia darkeggiante di “Come to hell” (epica nel suo incedere minaccioso), nei proclami”Like a leader” ed “I’m the King”, nella mia preferita “True essence”, ma anche nella medievaleggiante ballata “Enchanted night” o nel sinfonico lento “Magic world”, graziato da un a-solo sublime. Non fate i soliti esterofili, “Light from the dark” spazza via intiere legioni di dischetti foresti! Siamo solo all’inizio del 2008, e già abbiamo un candidato alla Top Five dell’anno!

Per informazioni: www.gattipromotion.it
Web: http://www.fuelrecords.it
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.