DAN PK è un progetto di Daniele “Giacomo” della Hellbones Records (un’etichetta di culto per chi ama certi suoni che ha pubblicato di recente gli album di Testing Vault e Mastice), un personaggio noto a chi segue la scena industrial italiana avendo collaborato con nomi come Le Cose Bianche, Deviate Damaen, Mister Jack e L’Amara. Nel 2017 DAN PK aveva pubblicato l’album Terror mentre ora esce un’EP di 4 pezzi intitolato One Day. Come il titolo suggerisce si tratta a tutti gli effetti di un concept incentrato sulla giornata di lavoro di un artista tra lavoro e famiglia. I titoli dei brani seguono lo sviluppo delle varie fasi della giornata. Così nell’iniziale “Short Ambient Trip” viene descritto il viaggio per andare al lavoro. La musica è un’elettronica minimale caratterizzata da rimbombi e pulsazioni magmatiche. La successiva “The Way Of The Infinite Return” (il viaggio per il ritorno a casa) è decisamente meno pacata e vede la presenza di ritmiche marziali a rendere l’atmosfera più minacciosa, quasi da colonna sonora di un film horror di Carpenter. Con “G.R.A.” (il rientro tra le mura casalinghe) le ambientazioni diventano ludiche e possono ricordare alcune delle cose più scanzonate dei Cluster e della musica cosmica tedesca. La conclusiva “Son” (il calore familiare) esplora territori inediti e si muove fra tensioni electro-dark ed elettronica sperimentale. In definitiva si tratta di un dischetto molto interessante che credo piacerà agli amanti delle sonorità di confine e a chi segue il dark-ambient e la musica post industriale. Magari un EP risulta breve e l’ascolto si interrompe troppo presto. Speriamo si tratti dell’antipasto di un prossimo album. Disponibile su Bandcamp: https://hellbonesrecords.bandcamp.com/album/dan-pk-one-day.