De/Vision: Best of

0
Condividi:

Ver Sacrum Decisamente pregevole questo “best of” dei De/Vision: due dischetti, il primo dei quali racchiude in 17 brani alcuni tra gli hits piu’ famosi della band tedesca (come “bonus” abbiamo l’inedita “Love will find a way”), mentre sul secondo troviamo 14 remix (tra gli autori Mesh, Andrew Sega, T.O.Y. ecc…) di cui quattro sono inediti. Un’opera monumentale quindi per ribadire il ruolo primario dei De/Vision all’interno del panorama synth-pop, di cui rappresentano l’ala piu’ romantica e malinconica; forse un po’ troppo zuccherosi e pop in alcuni frangenti, ma è difficile non apprezzare brani come “Foreigner”, “Heart-shaped tumor”, “I’m not dreaming of you”, “Still unknown”, ecc… Una galleria di successi che ha portato i De/Vision ad essere uno dei gruppi piu’ famosi ed apprezzati di questo genere e su cui c’è ben poco da aggiungere; disco imperdibile per i fans del gruppo tedesco ma anche ottimo modo per i neofiti di approcciare la band tedesca. P.S. L’unica nota stonata di questo disco è la copertina, piu’ adatta ad un gruppo di musica etnica africana che non ad un band synth-pop.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.