Melotron: Cliché

0
Condividi:

Ver Sacrum “Cliché”, quinto album della discografia dei Melotron, ribadisce il ruolo della band tedesca, ovvero, una delle massime esponenti della scena synth-pop. Chi non apprezza questo genere, continui a girare quindi alla larga dai Melotron, chi invece, come me, li adora, si avventi senza esitare su questo disco, l’ennesima raccolta di ottime canzoni, rigorosamente in lingua teutonica, fatte per ballare e per innamorarsi. La vena romantica dei Melotron, trovo il suo apice nella magnifica “Stirb fuer mich”, brano che si avvale anche dell’apporto vocale di Susanne Adler; si tratta a mio avviso di uno dei migliori brani mai composti dal trio tedesco, romantica e ballabile, insomma, perfetta !! Le varie “Halt mich fest”, “Wenn wir wollten” (già edita come singolo) e “Glaeserne Zeiten” rappresentano alcuni dei momenti topici del disco e sono caratterizzate dal tipico “Melotron-sound”; due brani dalle caratteristiche piu’ particolari sono invece “Menschenfresser” e “Propaganda”; la prima è una sorta di tormentone-filastrocca-scioglilingua che non mancherà di spopolare in Germania, mentre la seconda è un brano caratterizzato da una “durezza” (virgolette d’obbligo) che raramente si incontra nei brani di Krueger & co. “Cliché” è quindi da considerare a tutti gli effetti un tipico disco dei Melotron, nel bene o nel male, questo sta a voi giudicarlo.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.