Neon: Oscillator

0
Condividi:

Ver Sacrum Risalgono al 1979 le registrazioni di questo Oscillator, quando i Neon erano solo un duo composto da Marcello Michelotti e Stefano Gasparinetti Fuochi. Sette brani che non si capisce perché sono rimasti inediti per praticamente trent’anni. Scordatevi il post-punk elettronico di Ritual, qui siamo dalle parti di quell’elettronica brumosa e oscura che rimanda direttamente a capostipiti come Throbbing Gristle e Cabaret Voltaire. Sette lunghi brani tra minimalismo synth, ambient, proto-industrial, reminiscenze kraute. È sorprendente ascoltare oggi queste tracce, forse se pubblicate a dovere all’epoca oggi si guarderebbe con occhi diversi ai Neon, e probabilmente li si troverebbe citati a fianco di nomi più noti come pionieri italiani del genere. Recupero doveroso per ogni amante del genere, quindi, perché non si tratta solo di un recupero filologico, ma di una vera e propria riscoperta, un piccolo miracolo targato Spittle Records.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.