The KVB: Only Now Forever

0
Condividi:

La coppia Nicholas Wood e Kat Day, aka The KVB ha pubblicato nel 2018 un nuovo album intitolato Only Now Forever. Come si è detto a proposito del precedente Of Desire, la musica del duo ha imboccato una direzione più pacata, disegnando paesaggi sognanti intrisi di elementi shoegaze: una malinconia scura e foriera di intimi tormenti ha preso il posto delle note corrosive e le ritmiche sferzanti dei primordi, trasmettendo, comunque, altrettanto dolore, ulteriormente esaltato dalle freddissime trame ‘sintetiche’ di Kat Day, una ‘fata’ non troppo turchina. La prima delle dieci significative tracce, “Above Us”, si fregia di una parte elettronica vigorosa e incisiva fin dall’inizio, mentre la chitarra ‘indossa’ proprio i colori shoegaze presenti un po’ ovunque: alla voce di Wood, distaccata ma ‘sinuosa’ fa eco quella ‘aliena’ della sua compagna. Poi, “On My Skin” è un episodio melodico in stile ’80 che ricorda i New Order, mentre la title track è fra i brani più compositi e originali, basato com’è sulla combinazione fra una chitarra semplice e cristallina, un ritmo decisamente sostenuto ed un impianto elettronico molto dark: i contrasti si risolvono in un efficace amalgama. Nulla da eccepire, poi, su “Afterglow”, un momento di angoscia metropolitana a tinte vagamente ‘stroboscopiche’, nè su “Violet Noon”, che torna a scenari sognanti e un po’ sommessi; ma “Into Life”, prova elettronica ricca di tensione, rappresenta la prestazione migliore di Kat alla voce e “Live in Fiction” si cimenta in uno stile wave dalle sfumature ‘vintage’ che fa sempre piacere ritrovare: un’ispirazione presente anche nella seguente, suggestiva “Tides” che, ancora, richiama palesemente i gloriosi ’80. Infine, bypassata l’atmosfera fumosa e tendenzialmente sensuale di“No Shelter”, “Cerulean” conclude con l’abbinamento originale di sonorità di ampio respiro e ritmica incalzante un disco valido che, oltre a dimostrare personalità, attesta l’intenzione di sfuggire alle etichette restando fedeli esclusivamente alla propria sensibilità.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.