Leaether Strip: Retention N.1

0
Condividi:

Ver Sacrum L’Alfa Matrix ha recentemente annunciato la ristampa dell’intera discografia di Leaether Strip, operazione che vedrà pubblicare tutti i vecchi album in formato “doppio cd”, rimasterizzando i cd originali ed aggiungendo un bonus-cd con nuove interpretazioni di alcuni brani tratti dal cd1, a cura di Claus Larsen stesso. Il primo capitolo di questa serie di ristampe denominate Retention è quindi dedicato all’album The Pleasure of penetration, disco d’esordio per Leaether Strip, che vide la luce nel 1990; per l’occasione la tracklist del disco viene portata a 15 tracce, con l’aggiunta, rispetto alla versione originale, di alcune rarità all’epoca pubblicate solo su 12″. Il sound del progetto danese sviluppa sin da questo primo lavoro la carica adrenalinica che ne ha fatto negli anni, una delle figure cardine del panorama elettro-industrial ed è innegabile che brani com “Japanese Bodies”, “Die Die Die”, “Body machine body”, ecc… abbiano un fascino che ben raramente abbiamo ritrovato nei lavori (pure troppi) che hanno contrassegnato il ritorno sulle scene di Leaether Strip. Un sound magari ancora acerbo ma già convincente, che oggi come allora fa di questo disco un lavoro tra i più rappresentativi del panorama elettro-industrial, pertanto questa ristampa costituisce una buona opportunità per neofiti e collezionisti. Decisamente discutibile invece il secondo cd, denominato The Pleasure of reproduction, dove dieci dei brani originali vengono re-interpretati da Claus sfruttando le nuove tecnologie per quello che in definitiva risulta essere un dischetto dal contenuto superfluo.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.