Canaan: Images From A Broken Self

0
Condividi:

Ritornano i Canaan, l’oscura ed enigmatica creatura di Mauro Berchi della mitica Eibon Records con un nuovo lavoro intitolato Images From A Broken Self. Avevo già parlato, su Ver Sacrum, del precedente lavoro Il giorno dei campanelli. Le stesse considerazioni da me fatte allora sono valide anche in quest’occasione. Quella dei Canaan è una proposta particolare: il suono è minimale e scarno e sicuramente di matrice ambient industrial. Tuttavia non siamo di fronte al solito disco di dark-ambient caratterizzato da lunghi bordoni tesi a creare un flusso sonoro ipnotico. I Canaan, per l’occasione in formazione a 4 elementi, creano dei soffici tappeti strumentali sui quali vengono declamati testi decadenti che rispecchiano una visione della vita all’insegna della negatività. Si avverte, ascoltando Images From A Broken Self, una sensazione di dolore incombente: è come se i Canaan percepissero la patina di densa oscurità da cui è avvolta la realtà e la trasformassero in suoni. Tutte le tracce sono intorno ai 4 minuti: sono piccoli quadri d’atmosfera che riescono a creare un clima a tinte fosche attraverso pulsazioni elettroniche e minimali mentre una voce declama stentorea in inglese. C’è sicuramene qualcosa delle atmosfere sepolcrali del post punk ma il tutto viene filtrato in una proposta originale che potrebbe essere l’ideale colonna sonora di un film decadente ed esistenzialista. Una traccia come l’iniziale “My Desert Place” è esemplificativa del loro stile: tenui, raffinate e pacate sonorità che rivelano, nella loro essenza, un malessere esistenziale profondo. Il resto del disco si mantiene nello stesso “mood” malinconico e disperato come nella cupa “Hint Of The Cruelty Time’, nell’apocalittica “I Stand And Stare” e nella decadente “The Dust Of Time”, caratterizzata da struggenti note di pianoforte. Caldamente consigliato a chi è in cerca di sensazioni crepuscolari e oscure. Disponibile su Bandcamp: https://canaan.bandcamp.com/album/images-from-a-broken-self.

TagsCanaan
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.