Brighter Death Now: No Decency

0
Condividi:

Roger Karmanik è sicuramente un personaggio di culto, fondatore nel 1987 della mitica Cold Meat Industry (chiusa nel 2014 ma di recente da lui riattivata), un’etichetta leggendaria che ha fatto scuola creando un suono riconoscibile, sporco e apocalittico. Le sonorità portate avanti dalla Cold Meat Industry sono nel solco di generi come il power electronics, il dark-ambient e il martial-industrial. Tutti i gruppi della Cold Meat Industry – fra cui ricordo il progetto dello stesso Karmanik ovvero i Brighter Death Now -, gli eterei Arcana, i deflagranti Deutsch Nepal, gli apocalittici In Slaughter Natives, i cupi Morthond, gli esoterici e dark-industrial Mortiis e i dark-ambient Raison d”Etre, sono degni di nota. Attorno all’etichetta svedese è nata un’articolata scena nord europea di musica industrial. Ultimamente di Karmanik non avevo molte notizie e sembrava che il personaggio avesse un po’ perso il sacro fuoco dell’ispirazione. Quindi è stata una piacevole sorpresa scoprire l’uscita – per la label americana Cloister Recordings – di No Decency, una cassetta limitata a 300 esemplari. Si tratta di un’operazione particolare destinata ai vecchi fans: in pratica è un’antologia che racchiude il meglio della passata produzione dei Brighter Death Now. Tutte le tracce sono state reincise nel 2019 ma dico subito che niente è andato perduto dell’antico furore iconoclasta dei vecchi Brighter Death Now. Karmanik, aiutato al basso da Lina Baby Doll e al violino da Åsa Tedebro, celebra una messa Apocalittica e disturbante per menti malate. In pratica, nonostante la divisione in singole tracce, la cassetta è formata da 2 suite in cui è quasi impossibile distinguere un brano dall’altro. Curioso l’incipit in cui si riconosce “California Dreamin” dei The Mamas And Papas che viene subito seguito da deflagranti suoni death-industrial. Si tratta di una trovata che sarebbe piaciuta al primo David Tibet che amava piazzare queste soluzioni spiazzanti nei primi dischi dei Current 93. Per il resto la musica segue i dettami di un noise corrosivo e magmatico. La seconda facciata è, se possibile, ancora piu’ estrema della prima: siamo di fronte ad un power-electronics senza compromessi in cui visiterete gironi infernali e chiese sconsacrate. Per cultori dell’eccesso e dell’arte disturbante. Maneggiare con cura. Disponibile su Bandcamp: https://brighterdeathnow.bandcamp.com/album/no-decency.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.