Sesto album per il progetto di musica elettronica Jarl per l’etichetta polacca Zoharum. Come per i precedenti lavori come Hyperacusis e Phonophobia anche in questo nuovo disco intitolato Mind Rotation il filo conduttore concerne la psiche umana. Per la precisione le 5 tracce presenti hanno tutte a vedere con questa tematica. Concettualmente ed esteticamente mi hanno ricordato i grandi Maeror Tri di Multiple Personality Disorder. Devo dire però che la prima traccia “Part 1 – Mind Rotation” sembra uscire direttamente da un capolavoro come Phaedra dei Tangerine Dream! La successiva “Part 2 – Mind Deimension” continua ad avere il sequencer in grande evidenza. Ma le ultime 3 tracce si riallacciano invece al suono immobile, cupo e isolazionista che caratterizzava i citati Hyperacusis e Phonophobia. Non a caso vengono indagati i sintomi, l’isolamento e i disordini della mente umana in tutte le sue sfaccettature. Questa musica è meditativa e ha il potere di calmare le ansie e i turbamenti da cui siamo inevitabilmente colpiti nella società pazzesca in cui viviamo. Si tratta di un viaggio oscuro: le ambientazioni scavano nel nostro inconscio facendo emergere nuovamente memorie sepolte in un passato che sembrava dimenticato per sempre. L’album esce in cd in un’edizione limitata di 300 copie e in una in cassetta di sole 30 copie. Disponibile su Bandcamp: https://zoharum.bandcamp.com/album/mind-rotation.