Tag

Zoharum

Recensioni

Maciek Szymczuk: Light Of The Dreams

La musica elettronica e ambient, a dispetto di qualche tesi che vuole il genere in una fase di inflazione ha, in realtà, ancora molto da dire grazie a nuovi artisti in grado di trovare soluzioni all’avanguardia. Il polacco Maciek Szymczuk…

Continue reading
Recensioni

Günter Schlienz: Autumn

La Germania, in ambito musicale, è storicamente la patria della sperimentazione, dell’avanguardia e della musica elettronica: compositori come Karl Heinz Stockhausen hanno fatto scuola influenzando generazioni di musicisti successivi. L’esempio più clamoroso è stato quello della cosiddetta Musica Cosmica nei…

Continue reading
Recensioni

Genetic Transmission: Genetic Transmission

La scena industrial internazionale è ricca di gruppi magari sconosciuti ma non per questo non meritevoli di attenzione:  Throbbing Gristle, SPK, Cabaret Voltaire, Test Dept e Einstuerzende Neubauten costituiscono senza dubbio i capisaldi del primissimo industrial, quello più vero ma,…

Continue reading
Recensioni

Phurpa: Rituals Of Bön I

I Phurpa sono un gruppo di musica rituale i cui membri si sono dedicati, nel corso degli anni, all’esplorazione dei segreti occulti della religione tibetana Bön. Ascoltare un disco dei Phurpa è sicuramente un’esperienza particolare che vi metterà in contatto…

Continue reading
Recensioni

Widt: Widt

La Zoharum continua a presentare dischi all’insegna della sperimentazione più radicale: questa volta è il turno di Widt, progetto audiovisivo dietro al quale ci sono le 2 sorelle Antonina Nowacka (musica) e Bogumila Piotrowska (effetti visuali). Di solito il problema,…

Continue reading
Recensioni

Gapp Kvlt: Jinn

Progetto enigmatico questo di Gaap Kvlt dietro cui si cela una misteriosa figura. Ora la Zoharum pubblica il suo secondo full-lenght intitolato Jinn. La copertina raffigura un mosaico moresco che ci introduce nel “mood” mistico e meditativo del disco. In…

Continue reading
Recensioni

Rara: W//\TR

Rara è un progetto di musica ambientale, elettronica e folk di Rafal Sknonieczny, cantante e chitarrista degli Hotel Kosmos. Ha alle spalle un album solista ben accolto ovvero Planet Death Architecture. Con Rara Sknonieczny ripropone il concept incentrato sull’architettura dei…

Continue reading